Roma, stasera alle 20 prima serata di aggiornamento su Covid

Roma, 14 settembre – Si terrà stasera alle ore 20, nell’Aula Magna del Rettorato dell’Università Sapienza (ingresso da piazzale Aldo Moro)  la prima delle quattro serate di aggiornamento che l’Ordine di Roma ha voluto dedicare al tema al tema Covid: a che punto siamo? Le nuove sfide per gli operatori sanitari, alla luce della lenta ma preoccupante ripresa dei contagi, in crescita da sei settimane consecutive, a distanza di otto mesi dall’inizio della circolazione del virus Sars CoV-2 nel nostro Paese ma anche guardando all’ormai non troppo lontano inizio della stagione influenzale, con il rischio che il suo incrocio con la nuova infezione, stante la somiglianza dei sintomi, possa produrre conseguenza particolarmente  favorevoli alla diffusione del coronavirus, con esiti potenzialmente devastanti per il sistema sanitario pubblico.

Un tema quasi obbligato, dunque, che l’Ordine romano ha deciso di affrontare – anche come gesto di fiducia e ottimismo – tornando a proporre lezioni di impianto tradizionale, sia pure nel più rigoroso rispetto di tutte le disposizioni di sicurezza imposte dai protocolli anti-Covid: saranno ammessi in Aula, a partire da stasera e per ciascuna delle quattro serate, non più di 182 farmacisti (in un’aula che può ospitarne più di mille), consentendo così di mantenere largamente la misura del distanziamento.  Obbligatorio e inderogabile l’uso delle mascherine. La partecipazione è inoltre subordinata a prenotazione obbligatoria  e alla relativa conferma.

I partecipanti alle quattro serate romane (728 farmacisti in totale) saranno ammessi in ordine cronologico, farà fede data e ora di arrivo della e-mail di prenotazione (da indirizzare a info@ordinefarmacistiroma.it , corredata da recapito telefonico).

La serata di oggi, dopo i saluti di apertura del Magnifico Rettore Eugenio Gaudio e del presidente dell’Ordine Emilio Croce, vedrà gli interventi di  Nicola Petrosillo, direttore del Dipartimento clinico Malattie infettive dell’Irccs L. Spallanzani, Bruno Silvestrini, professore emerito di Farmacologia alla Sapienza e Massimo Scaccabarozzi, presidente di Farmindustria.