Norlevo, chiarimento Aifa: “Per maggiorenni il farmaco resta SOP”

PONTEDERA (PI) 23 FEBBRAIO 2008.-. PROCREAZIONE: ORDINE MEDICI, SI' A DIAGNOSI PREIMPIANTO ABORTO, 194 SOLIDA E MODERNA, MA TUTELARE MATERNITA' Consiglio nazionale Federazione: no a surrettizielimitazioni pillola giorno dopo come contraccettivo emergenza. Per prematuri, sostenere possibilita' vita autonoma del feto. Una confezione della pillola del giorno dopo. FRANCO SILVI/ANSA

Roma, 2 ottobre – Non cambia niente nel regime di erogazione di Norlevo, il farmaco a base di levonorgestrel meglio noto alle cronache come “pillola del giorno dopo”, oggetto negli ultimi giorni di molte perplessità e dubbi  tra i farmacisti, testimoniati da un fitto scambio di opinioni su piattaforme social e chat di categoira, dopo che un banale errore (una riga saltata) contenuto nella determina Aifa del 10 settembre 2020, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale del successivo 24 settembre, aveva lasciato intendere che per il medicinale fosse stato ripristinato l’obbligo di ricetta anche per le maggiorenni.
A chiarire l’equivoco è stata subito la stessa Aifa, precisando alle agenzie di stampa che per Norlevo  “resta il doppio regime di erogazione: ovvero con prescrizione medica per le minorenni e senza obbligo di ricetta per le maggiorenni”. L’errore nella determina, assicura l’agenzia regolatoria, verrà corretto quanto prima con un’apposita rettifica. Sul tema è intervenuta subito anche la Fofi, chiarendo in una circolare agli Ordini l’accaduto e spiegando appunto che Norlevo “è sottoposto (…) – al regime Sop in caso di cessione a maggiorenni, fermo restando che per le minori di 18 anni il regime di fornitura è RNR”.