Governance, Mandelli: “Proposte Assogenerici contributo importante”

Roma, 6 luglio – La governance del settore del farmaco va cambiata, se davvero si vuole restituire al sistema una sostenibilità che l’attuale sistema di regole non riesce da tempo a garantire.  Ad affermarlo è il presidente della Fofi, Andrea Mandelli (nella foto), commentando  il Manifesto per la ripartenza” che Assogenerici ha inviato lo scorso 2 luglio ai ministri della Salute, Roberto Speranza, dell’Economia, Roberto Gualtieri e dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli.
Piena condivisione sulla necessità di “cominciare dalla permanenza nella distribuzione diretta di molti medicinali generici, mentre la spesa per i farmaci dispensati dalle farmacie presenta da tempo significativi risparmi rispetto al tetto programmato. È una scelta incomprensibile anche sul piano economico” afferma il presidente della federazione professionale dei farmacisti “considerando che in questo settore la concorrenza svolge comunque un effetto virtuoso sul prezzo, mentre il meccanismo delle gare al massimo ribasso provoca alla lunga una riduzione nel numero dei produttori, in particolare nazionali, e quindi della stessa concorrenza”.

Altro punto fondamentale, il potenziamento del comparto in Europa: “Le vicende della pandemia hanno mostrato la fragilità delle filiere lunghe, si tratti di mascherine, reagenti o medicinali, e quanto sia strategico potenziare la capacità produttiva locale nel settore medico e farmaceutico.Da tempo si parla di una nuova governance della farmaceutica”  conclude Mandelli “e queste proposte sono un contributo importante all’avvio di questa riforma non rinviabile”.