Covid e i farmacisti in trincea: Fofi cerca testimonianze per libro

Roma, 11 giugno – Raccogliere le testimonianze dei farmacisti coinvolti in prima linea durante l’epidemia di Covid, anche al fine di realizzare un libro che possa illustrare il senso dell’impegno ma anche dell’identità, del ruolo e della funzione che questi professionisti svolgono nel vivo del territorio, a fianco dei cittadini. L’idea è della Fofi, che ha invitato tutti i presidenti degli Ordini provinciali a chiedere ai propri iscritti di raccontare le esperienze vissute durante l’emergenza sanitaria correlata alla diffusione del coronavirus.

Sarà la stessa federazione professionale, laddove i contributi che perverranno dovessero permetterlo per quantità e per rilevanza dei loro contenuti., a realizzare “un’apposita pubblicazione a memoria dell’impegno e degli sforzi messi in atto dai farmacisti durante la pandemia”.

“Abbiamo chiesto un contributo aperto a tutto il mondo della farmacia” spiega il presidente Fofi Andrea Mandelli. “Poter raccontare, attraverso episodi reali, quanto accaduto negli ultimi mesi penso possa essere il modo migliore per rimarcare l’impegno della categoria nella lotta al Covid-19. L’intento è quello di lasciare una traccia, attraverso il racconto diretto di chi si è reso protagonista in questa emergenza, dell’importante ruolo svolto dai farmacisti in prima linea, a servizio della cittadinanza”.