Covid, in EmiliaRomagna test rapidi disponibili gratis nelle farmacie

Roma, 20 ottobre – A partire da ieri, 19 ottobre, nella Regione Emilia-Romagna è attivo lo screening su base volontaria, con test sierologici rapidi eseguiti in farmacia, per la ricerca degli anticorpi anti Sars-CoV-2. L’utilizzo di test sierologici rapidi, effettuati quindi su campioni di sangue capillare (pungidito), permette di identificare se le persone sono entrate in contatto con il virus.

Lo screening sierologico in farmacia è gratuito e si rivolge a genitori dei bambini e degli alunni/studenti (0-18 anni e maggiorenni che frequentano la scuola secondaria superiore); alunni/studenti, loro fratelli e sorelle, nonché ulteriori familiari conviventi previo consenso dei genitori/tutori/soggetti affidatari dei minori; studenti universitari col medico curante in Regione.

I cittadini che rientrano nel target sopra indicato possono accedere al servizio offerto solo nel caso abbiano l’assistenza sanitaria in Regione con scelta del medico di medicina generale o del pediatra di libera scelta. L’esecuzione del test sierologico rapido deve avvenire previo appuntamento. Al cittadino che aderirà verranno illustrate le finalità del progetto, sarà consegnata un’apposita informativa e fornite adeguate istruzioni.

Si tratta quindi di un ulteriore strumento per rafforzare l’azione di prevenzione e controllo del Covid-19 poiché, in caso di positività al test, il cittadino sarà contattato dai Dipartimenti di Sanità Pubblica aziendali per eseguire il tampone nasofaringeo che potrà rilevare l’eventuale presenza del virus. Ciò consentirà di individuare le persone che hanno contratto il virus e sono asintomatiche e conseguentemente di impedire la nascita di focolai di Covid-19 nel mondo scolastico.

Una campagna importante e innovativa, in termini di prevenzione, di salute pubblica e di intelligente e oculato impiego delle risorse, resa possibile (ed è un motivo di orgoglio, che deve però anche essere uno stimolo alla riflessione per le autorità) grazie alla pronta, totale  disponibilità assicurata dalla rete territoriale delle farmacie aperte al pubblico (sono 667 quelle che hanno aderito, l’elenco completo, in continuo aggiornamento, è disponibile sul sito della Regione, a questo link.), che una volta di più dimostrano la loro centralità di presidi sanitari di prossimità, senza rivali quando si tratta di garantire prestazioni in tempi rapidi e in sicurezza aio cittadini, soprattutto in presenza di situazioni di difficoltà come l’attuale.