Venezia, Enpaf scende subito in campo: “Pronti a sostenere gli iscritti”

Roma, 15 novembre – L’Enpaf, vicino ai veneziani colpiti dal disastro cagionato dalla marea, si muove subito in aiuto dei farmacisti colpiti dall’emergenza.

I colleghi che hanno subito danni” afferma in una nota appena il presidente Emilio Croce “potranno contare sull’aiuto economico dell’ente, che interverrà non appena il presidente del Consiglio dei Ministri, con proprio decreto, dichiarerà lo stato di calamità naturale.” L

e modalità di presentazione delle domande, con la documentazione da produrre direttamente all’Enpaf, saranno rese note attraverso il sito internet dell’Ente (www.enpaf.it) nonché con apposita comunicazione all’Ordine dei Farmacisti della Provincia interessata

Come avvenuto per le altre calamità naturali abbattutesi negli ultimi anni sul nostro territorio” spiega Croce “la Fondazione non farà mancare il proprio sostegno agli iscritti e pensionati, che abbiano subito danni all’abitazione di residenza o all’esercizio dell’attività professionale. Al fine di calibrare un intervento assistenziale mirato, che sarà disposto dal Consiglio di amministrazione, è necessario avere il quadro preciso della natura e dell’entità dei danni subiti”.

Gli aiuti saranno concessi per tutte le altre località per le quali sarà decretato lo stato d’emergenza. Intanto, nell’attesa di poter definire modalità ed entità dei contributi, Croce fa pervenire ai colleghi colpiti dai disastrosi effetti della eccezionale mareggiata, la più grave mai registratasi dal 1966 a oggi, “la massima solidarietà e vicinanza. anche a nome del Consiglio di amministrazione”.