Uso sicuro e corretto dei veterinari, due linee guida dall’Europa

Roma, 29 dicembre – Con una nota pubblicata sul suo sito istituzionale, il ministero della Salute richiama l’attenzione sull’uso sicuro e corretto dei medicinali veterinari, che dipende in gran parte dal fatto che gli utenti siano nella condizione di leggere e comprendere accuratamente le informazioni sulla confezione.

Per questo motivo, ricorda il ministero, l’etichettatura riveste un ruolo fondamentale poiché è il mezzo attraverso cui si garantisce l’identificazione, la tracciabilità e l’uso corretto del medicinale veterinario. I titolari delle autorizzazioni all’immissione in commercio (Aic) sono chiamati a fare il miglior uso dello spazio disponibile sulla confezione per garantire che tutte le informazioni siano chiare e leggibili.

Al proposito, la nota del ministero informa che lo scorso 7 dicembre, in sede europea, il Comitato per i medicinali veterinari (Cvmp) e il Gruppo di coordinamento per le procedure di Mutuo riconoscimento e decentrate (Cmdv) hanno adottato due linee guida. La prima è stata sviluppata insieme alle parti interessate del settore e fornisce indicazioni sull’uso (facoltativo) di pittogrammi approvati dalle autorità regolatorie sulle etichette dei medicinali veterinari, allo scopo di rendere semplici e di immediata comprensione le principali informazioni relative al prodotto.

La seconda linea guida (Quick Response (QR) codes in the labelling and/or package leaflet of veterinary medicinal products authorised via the centralised (CP), mutual recognition (MRP), decentralised procedures (DCP) and national procedures), in corso di pubblicazione da parte dell’Agenzia europea dei medicinali (Ema), fornisce indicazioni sull’utilizzo dei codici a risposta rapida (Quick Response –QR) nell’etichettatura e nel materiale informativo dei medicinali veterinari come metodo aggiuntivo per fornire informazioni sul corretto uso dei medicinali ai medici veterinari e ai proprietari di animali.

La pagina relativa alle Linee guida per la stesura del riassunto delle caratteristiche del prodotto è stata inoltre aggiornata con i template relativi alle informazioni da apporre sul confezionamento primario in caso di etichetta e foglietto illustrativo combinati, in corso di consultazione pubblica sul sito di Ema.

Sempre sui veterinari e sempre nella giornata di ieri, il sito del ministero ha anche pubblicato una nota dedicata all’undicesima edizione dell’Infoday dedicato ai medicinali veterinari, organizzata dalla Direzione generale della sanità animale e dei farmaci veterinari (Dgsaf) e tenutasi il 12 e 13 dicembre scorsi (a questo link i riflessi dell’evento e gli interventi dei relatori). Un’occasione per ricordare che, per il settore, l’innovazione più significativa e forse più attesa -arrivata proprio negli ultimi mesi dell’anno – è stata l’emanazione della legge europea 2017, entrata in vigore il 12 dicembre, che ha portato con sé la ricetta elettronica per i medicinali veterinari e la digitalizzazione dell’intera filiera. Dal 1°settembre 2018, dunque, la prescrizione elettronica sostituirà definitivamente la forma cartacea sull’intero territorio nazionale.

Il sistema, ricorda il ministero, permette di migliorare la tracciabilità dei medicinali veterinari e dei mangimi medicati, dalla produzione alla distribuzione fino al consumo attraverso la prescrizione medico-veterinaria, e consentirà di valutare l’uso corretto dei medicinali e di migliorare i controlli. Sarà dunque un presidio efficace anche per il contrasto all’antimicrobico-resistenza.