Roma, truffe ad anziani, carabinieri e farmacie insieme per prevenirle

Roma, 24 ottobre – Un vademecum con semplici ma preziosi consigli, rivolti principalmente agli anziani, per non cadere vittime del sempre più diffuso fenomeno delle truffe. Lo hanno realizzato i carabinieri del comando provinciale di Roma, guidato dal generale Antonio De Vita, in collaborazione con i titolari di farmacia di Roma, che lo distribuiranno nelle loro farmacie, inserito in Farma Magazine, la rivista gratuita distribuita in tutte le farmacie del capitale (ma dal prossimo gennaio arriverà in circa due milioni di copie in tutte le farmacie del Paese, garantendo così una diffusione del decalogo antitruffa a livello nazionale).

L’iniziativa è stata presentata ieri, nel corso di una conferenza stampa svoltasi nella farmacia di Vittorio Contarina, presidente di Federfarma Roma.

Le truffe, in modo particolare quelle compiute a danno della persone più vulnerabili, sono un problema di portata sempre più vasta, per una serie di fattori, primo tra tutti l’invecchiamento della popolazione che ha considerevolmente aumentato la presenza sul territorio di persone anziane, spesso sole, che sono facile preda di individui senza scrupoli” ha affermato il generale De Vita, sottolineando le iniziative di contrasto che i carabinieri sono da tempo impegnati a opporre al fenomeno, in particolare sul terreno della prevenzione. “Dagli incontri con la popolazione rivolti alle fasce più deboli, nel corso dei quali vengono forniti i consigli per evitare di incappare in furti, truffe, raggiri o altri reati similari, con la consegna di stampati informativi con gli accorgimenti da seguire, all’intensificazione dell’attività repressiva, testimoniata dall’arresto di decine e decine di truffatori negli ultimi mesi, abbiamo dedicato molta attenzione al fenomeno, anche a livello nazionale. Ora arriva questa iniziativa con le farmacie, con la diffusione del nostro vademecum attraverso la rivista Farma Magazine, che produrrà certamente frutti positivi”.   

“Le farmacie sono presidi disitribuiti capillarmente sul territorio, facilmente raggiungibili da chiunque” ha ricordato da parte sua Contarina “e dispongono, tra gli altri, di uno strumento come Farma Magazine, che consente di fare buona informazione, diventando di fatto uno strumento di pubblica utilità, soprattutto in un momento in cui su internet si può leggere tutto e il contrario di tutto. Siamo lieti e orgogliosi di questa collaborazione con i carabinieri, e più in generale con le forze dell’ordine, con l’obiettivo di fare qualcosa di concreto e utile per proteggere gli anziani (ma non solo loro) da chi cerca di raggirarli. Riuscire a evitare anche solo una truffa ci renderà felici, ma sono sicuro che – vista la quantità di truffe messe a segno a danno degli anziani ogni giorno – riusciremo a impedirne molte di più”.

Il “vademecum preventivo” elaborato dai CC che sarà distribuito in farmacia ricalca in buona sostanza iniziative similari che, ormai da anni, sono condotte in diverse parti del Paese dalle forze dell’ordine e non solo (citando in ordine sparso, hanno realizzato strumenti analoghi strumenti informativi diverse province e comuni, associazioni consumeriste, l’associazione delle banche, l’Acli e molti altri enti e/o istituzioni): dopo un’illustrazione dell’identikit del truffatore (che, avvisa il decalogo, può anche essere una donna), viene fornita una serie articolata e minuziosa di consigli, dal primo e più scontato (non aprire mai agli sconosciuti) fino  a quello di chiamare senza alcun timore il 112 in caso di situazione sospetta, spiegando in dettaglio gli elementi da comunicare subito all’operatore che risponde.