Roma, alla Pharma Run dell’Ordine vince ancora una volta la solidarietà

Roma, 5 settembre – Ancora una volta, nella manifestazione sportiva non agonistica Pharma Run for life, svoltasi domenica scorsa a Villa Pamphili a Roma, a tagliare vittoriosa il traguardo è stata la solidarietà dei farmacisti romani. Che in più di 200 (nonostante il diluvio della notte precedente e il cielo ancora capriccioso fossero tali da scoraggiare la partecipazione) hanno risposto “presente” all’invito dell’Ordine di Roma, organizzatore della manifestazione nata cinque anni fa in memoria di Giustino Di Salvo, avvalendosi del patrocinio del XII Municipio della Capitale e della preziosa collaborazione  di Federfarma Roma.

Beneficiario dell’iniziativa solidale, al solito affidata per gli aspetti organizzativi all’appassionato lavoro di Marcello Giuliani e Antonella Di Salvo, è stato il progetto Isaac della Afron Onlus – Oncologia per l’Africa, un programma di supporto psicologico e ludico-ricreativo per i piccoli pazienti oncologici in Uganda.

La Pharma run è partita alle 10.30, alla presenza della vice ambasciatrice dell’Uganda Mumtaz Kassam, e – per la cronaca – i primi a giungere al traguardo sono stati Marco Giovannini, Paolo Pollastrini e Lorenzo Freschi. Tra le donne, premiata Alina Balauca, mentre il premio per “la corsa a sei zampe” è andato a Sergio Romano e alla sua cagnetta Gea, che ha zampettato instancabilmente per tutti i 5 Km del percorso insieme al suo padrone.

Per il XII Municipio di Roma Capitale è intervenuta, in elegante tenuta da corsa, l’assessore alle Politiche educative e scolastiche, culturali, sportive e del benessere Fabiana Tomassi, insieme al collega Valerio Maria Vacchini, assessore alle Politiche del commercio, della sicurezza e della legalitào, che hanno partecipato alla consegna dei premi al termine della corsa-passeggiata.

La solidarietà dei partecipanti si è manifestata anche andando a donare il sangue presso l’autoemoteca dell’associazione La rete di tutti: sono state ben 8 le sacche di sangue raccolte, a testimonianza della generosità dei farmacisti romani.

Federfarma Roma, in uno stand appositamente allestito e “presidiato” da colleghi volontari, ha rilevato i valori della pressione arteriosa di chiunque lo richiedesse, a ribadire la funzione fondamentale della farmacia e il ruolo professionale del farmacista nel campo della prevenzione.

Decisivo, per la  riuscita della manifestazione,  il contributo assicurato all’Ordine da aziende di settore (come Marco Viti, Doc Generici, Pensa farmaceutici) e società di servizi come Assiparioli, che sin dalla prima edizione partecipano attivamente alla realizzazione dei progetti di solidarietà dei farmacisti.

Una menzione particolare, insieme a un  plauso e a un ringraziamento, va infine rivolto all’Associazione Nazionale Carabinieri, che con la presenza discreta dei suoi uomini ha “presidiato” la manifestazione,  mettendo a disposizione una autoambulanza per eventuali necessità di intervento sanitario e assicurando  la vigilanza per evitare situazioni di criticità.