Rinnovo convenzione, domani nuovo incontro Sisac-sigle farmacie

Roma, 10 febbraio – La Sisac ha convocato per domani 11 febbraio, dalle 14.30 alle 19, le delegazioni di Federfarma ed Assofarm per una nuova riunione del tavolo di trattativa per il rinnovo dell’accordo convenzionale nazionale tra Ssn e farmacie pubbliche e private.

A dare notizia della convocazione a firma del coordinatore della struttura interregionale per il rinnovo degli accordi con il Ssn  Antonio Maritati (nella foto)  è la stessa Sisac sul suo sito.

L’incontro di domani arriva a venti giorni da quello del 21 gennaio scorso. Stante la delicatezza delle trattative, le parti sono abbottonatissime sullo svolgimento dei lavori, che comunque (come peraltro attesta la regolarità degli incontri, in media uno al mese) stanno proseguendo in un clima costruttivo ed estremamente pragmatico, esaminando articolo per articolo e dettaglio per dettaglio le differenze emerse dalla prima bozza di accordo elaborata dalla stessa Sisac  e il documento con le contestazioni e osservazioni di Federfarma e Assofarm, rappresentate fin da subito.

Quello in corso è un lavoro certosino che – a prestare fede alle (poche e caute) voci che filtrano dalle delegazioni impegnate nel  rinnovo dell’accordo – starebbe producendo effetti positivi e avvicinando notevolemnte le parti, anche se sullo sfondo restano le difficoltà originate dal fatto che ogni passo in avanti nelle trattative è di fatto subordinato dalla Sisac a una successiva e decisiva valutazione delle Regioni e che – in ogni caso – gran parte dei contenuti del nuovo accordo convenzionale (che attende di essere rinnovato da 21 anni) sono strettamente embricati ala riforma della remunerazione delle farmacie. Partita che, come è noto, si gioca su un altro tavolo, quello del ministero della Salute, e della quale (al momento) molto poco si sa.