Mattarella: “Sede Ema, per Milano spero arrivi un pieno successo”

Roma, 15 novembre – Con l’approssimarsi della decisione sulla nuova sede di Ema, l’agenzia regolatoria europea (attesa per il prossimo 20 novembre), anche il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella (nella foto) ha ritenuto opportuno spendere pubblicamente il suo  convinto endorsement per la candidatura di Milano, in occasione del suo intervento alla cerimonia per l’inaugurazione del nuovo campus della Humanitas University tenutasi ieri nel capoluogo lombardo.

Il capo dello Stato ha voluto in primo luogo sottolineare il grande impegno comune fin qui speso per portare l’Ema a Milano, che ha già prodotto risultati positivi: “La città ha già ottenuto un successo con il riconoscimento di un’idoneità di alto livello, ma speriamo che il successo sia pieno” ha detto Mattarella, evidenziando “la convergenza e l’impegno di governo, Regione e Comune per raggiungere un traguardo che consentirebbe alla città di compiere un nuovo passo nel protagonismo in Europa”.

Un concetto, quello del “gioco di squadra”, ribadito anche dal sindaco di Milano Giuseppe Sala e dal presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni. “Facciamo un bell’incrocio di dita collettivo per l’esito della decisione del 20 novembre” ha detto il primo. “Se vinceremo, spero che nessuno farà la gara per prendersi il merito. Così come spero che, in caso di insuccesso, non ci sia nessuno di quelli rimasti in panchina, che criticherà il lavoro fatto”.

“È stato fatto un grande gioco di squadra” ha ribadito da parte sua Maroni. “Tutte le istituzioni si sono unite in un impegno comune, cosa che non accade spesso in Italia. Ma qui è successo. Mancano pochi giorni alla meta, sappiamo di avere affrontato al meglio la gara: ora speriamo di tagliare per primi il traguardo e aggiudicarci la vittoria”.