Pagamenti, Credifarma recupera 1,2 mln di euro per farmacie calabresi

Roma, 19 dicembre – Camminerà anche lentamente, ma la giustizia alla fine arriva: dopo dieci lunghi anni di contenzioso, il Tribunale di Catanzaro ha disposto con la sentenza n. 725/19  il pagamento di 1,2 milioni di euro, da parte della Asp di Reggio Calabria, alle farmacie  dei territori della ex Asl 10 di Palmi ed ex Asl 11 di Reggio Calabria, riconoscendo finalmente il loro diritto a percepire la liquidazione dei residui di credito vantati  fin dal 2008, insieme ai relativi interessi maggiorati al tasso previsto da ex D.Lgs 231/02.
A darne notizia è una nota di Credifarma, che ha promosso l’attività legale agli inizi del 2009 a difesa delle ragioni delle farmacie vittime dei mancati pagamenti.  Ragioni che ora sono state finalmente riconosciute, accolte e soddisfatte: a seguito del pignoramento della banca tesoriera della Asp di Reggio Calabria, comunica infatti Credifarma, le somme dovute sono già state accreditate alle farmacie interessate. Il recupero è il riconoscimento di un diritto preservato in tutti i gradi di giudizio.
“Grazie alla competenza del team legale di Credifarma” commenta con giustificata soddisfazione l’amministratore delegato di Credifarma Marco Alessandrini (nella foto)abbiamo ottenuto un ottimo risultato per le nostre farmacie clienti, a conferma della nostra specializzazione nel settore e del supporto offerto alla gestione quotidiana d’impresa