Lazio, test e tamponi rapidi, accordo tra biologi e farmacie

Roma, 23 novembre – Test rapidi e tamponi antigenici anti-Covid in farmacia, salgono a bordo anche i biologi. Dopo l’accordo stipulato tra Regione Lazio e farmacie convenzionate che consente appunto l’esecuzione in farmacia, senza la necessità di prescrizione del medico, di attività di esami rapidi per la eventuale rilevazione del coronavirus  (purché  in spazi idonei separati da quelli destinati alla vendita, dotati di percorsi dedicati per l’ingresso e l’uscita e opportunamente arieggiati, oppure in locali esterni e adiacenti o anche in gazebo o camper allocati sul suolo pubblico in Visualizza immagine di origineprossimità della farmacia), l’Ordine nazionale dei Biologi, presieduto da Vincenzo D’Anna (nella foto a sinistra) e Federfarma Lazio hanno infatti siglato un’intesa per una collaborazione finalizzata tra le due professioni.

Ad annunciarlo, in una nota, è le stesso D’Anna: “L’Ordine dei Biologi, grazie allo sforzo profuso dal proprio Consiglio, dal direttore e dal delegato della Regione Lazio, ha promosso e definito, con Federfarma Lazio, un’apposita intesa a sostegno del programma regionale di monitoraggio dei contagi” si legge nel comunicato. “In virtù di questa intesa l’Onb si occuperà di selezionare i biologi in possesso dell’adeguata esperienza e competenza professionale, che saranno poi chiamati a operare nelle farmacie o negli ambiti da esse attrezzate, per eseguire i test rapidi”.

Il presidente dell’Onb spiega anche che, ai fini della collaborazione,  “sarà utilizzato l’apposito portale di Federfarma sul quale gli operatori interessati potranno iscriversi per poter essere poi chiamati a collaborare dalle farmacie interessate”.

Federfarma Lazio – si legge ancora nella nota – ha ritenuto di definire l’accordo con l’Ordine nazionale dei Biologi ai fini di dare corretta applicazione alla determina regionale n. 413092 del 6 novembre 2020. “L’Ordine dei Biologi si è impegnato pertanto a dare adeguata pubblicità all’accordo presso propri iscritti in possesso di adeguata e documentata esperienza e competenza professionale per l’esecuzione dei test e delle procedure di prelievo”.

I biologi interessati, purchè essere in possesso dei necessari requisiti (ovvero adeguata e documentata esperienza professionale su procedure di prelievo e sull’esecuzione di test diagnostici rapidi per Covid-19, mirati a rilevare la presenza di anticorpi IgM e IgG e tamponi antigenici per la rilevazione dell’antigene Sars-CoV-2) “potranno pertanto iscriversi sul portale predisposto da Federfarma al seguente link:  http://sportellolavoro.federfarmaroma.com/

L’Onb informa anche che, per gli iscritti che stipuleranno tali accordi di collaborazione, saranno organizzati “specifici percorsi di aggiornamento teorico pratico tramite webinar dedicati” e verrà altresì reso disponibile “un sostegno consulenziale presso la Delegazione Onb Lazio Abruzzo”.