Ipertensione, dal 17 al 20 maggio la campagna nazionale di Federfarma

Roma, 15  maggio – Partirà giovedì 17 maggio, Giornata mondiale contro l’ipertensione arteriosa, per concludersi  domenica 20 la campagna nazionale Abbasso la pressione!, realizzata da Federfarma in collaborazione con Siia (la Società italiana dell’ipertensione arteriosa) e con il contributo non condizionato di Teva e Corman.

Per quattro giorni, le farmacie italiane offriranno gratuitamente la misurazione della pressione ai cittadini che lo desiderano e li sottoporranno a un questionario anonimo, predisposto dalla Siia. L’obiettivo della campagna è quello di sensibilizzare i cittadini sulla necessità di tenere sotto controllo la pressione e adottare stili di vita sani, informandoli sui rischi connessi alla pressione alta.

Il risultato del test effettuato in farmacia sarà elaborato in tempo reale: il cittadino potrà così ricevere immediatamente indicazioni sulla propria pressione arteriosa e sarà eventualmente invitato a rivolgersi al medico di famiglia o allo specialista.

Sono oltre 6000 sul territorio nazionale le farmacie che hanno aderito all’iniziativa Abbasso la pressione!, riconoscibili dalla locandina che promuove la campagna. I cittadini possono trovare quella più vicina tramite un sistema di geolocalizzazione sul sito www.federfarma.it, attivo da ieri, 14 maggio.

Per spiegare l’importanza dell’iniziativa di screening promossa dal sindacato nazionale dei titolari di farmacia è sufficiente ricordare che la malattia ipertensiva rappresenta in Italia il più rilevante fattore di rischio per infarto miocardico e/o cerebrale (prime due cause di morte nella nostra penisola), scompenso cardiaco, insufficienza renale cronica e fibrillazione atriale. Più del 30% della popolazione italiana adulta è affetta da ipertensione arteriosa, con percentuali ampiamente superiori nelle fasce più avanzate di età e quasi il 10% tra bambini e adolescenti che risultano già ipertesi.

La campagna, al riguardo, si propone di concorrere a una migliore conoscenza della situazione reale della diffusione dell’ipertensione nel Paese: i dati raccolti durante lo screening nelle farmacie di comunità saranno infatti elaborati dal board scientifico e inviati alle autorità sanitarie che, sulla base di essi, potranno individuare gli interventi sanitari più opportuni per contrastare la patologia e le sue complicanze, riducendo così i costi per la collettività.

“Abbasso la pressione! è un’importante iniziativa di educazione sanitaria e di prevenzione sul territorio, che sfrutta appieno la capillarità della rete delle nostre farmacie, confermandone così il ruolo di primo presidio del Ssn” afferma Marco Cossolo, presidente di Federfarma (nella foto).  “Anche con questa iniziativa – la seconda attuata a livello nazionale dopo il successo del DiaDay – le farmacie dimostrano di poter svolgere un ruolo essenziale  nelle campagne di screening e di poter dare alle Istituzioni un importante contribuito, utile per valutare lo stato di salute della popolazione e prendere corrette contromisure volte a contrastare patologie molto diffuse.”

“Nel nostro Paese l’ipertensione interessa il 37% di tutta la popolazione adulta, ma viene spesso sottovalutata” spiega Claudio Ferri, presidente della Siia. “Un quarto degli ipertesi non è consapevole di essere malato, oppure chi lo sa non si cura o non tiene in considerazione i fattori di rischio correlati alla patologia. Abbasso la pressione! fornisce, in maniera totalmente gratuita e a tutti gli utenti, uno strumento utile a monitorare le proprie condizioni di salute e a conoscere gli accorgimenti da mettere in atto per stare meglio”.

“Iniziative come questa mettono l’accento sull’importanza della prevenzione delle malattie cardiovascolari, a partire proprio dal monitoraggio della pressione arteriosa, per questo abbiamo aderito a questa iniziativa patrocinandola” aggiunge Antonio Gaudioso, segretario generale di Cittadinanzattiva, che con Fofi e Utifar patrocina l’iniziativa. “Consigliamo a tutti di cogliere questa occasione e di fare un salto nella farmacia più vicina per controllare la propria pressione”.