Partita la campagna di comunicazione del ministero sull’influenza

Roma, 12 novembre – Proteggi te stesso e gli altri: questo il claim della campagna di comunicazione sull’influenza 2019-2020 lanciata alla fine della scorsa settimana dal ministero della Salute, centrata su tre principali raccomandazioni: fai il vaccino, non prendere antibiotici e lava bene le mani. Queste le regole d’oro che ricorda il ministero con la sua campagna informativa, lanciata sul portale istituzionale con la  pubblicazione di un video e una sezione aggiornata con le domande più frequenti sulla pandemia stagionale che ogni anno colpisce in media quasi un italiano su 10 e rappresenta “un serio problema di sanità pubblica e una rilevante fonte di costi diretti e indiretti per la gestione dei casi e delle complicanze della malattia e l’attuazione delle misure di controllo”.

Le sindromi simil-influenzali, spiega il Ministero, “colpiscono ogni anno il 9% della popolazione italiana, con un minimo del 4%, osservato nella stagione 2005-06, e un massimo del 15%, registrato nella stagione 2017-18 (Fonte FluNews Italia)”. Inoltre (ed è un decisamente sottovalutato) “in Italia l’influenza è una delle 10 principali cause di morte“.

La misura più efficace per prevenirla, sia per il singolo sia per la collettività, è la vaccinazione, che è raccomandata e gratuita per le fasce della popolazione più a rischio, ma che tutti i cittadini possono decidere di fare acquistando il vaccino antifluenzale in farmacia.

Ci sono poi alcune norme igieniche e comportamentali da rispettare per proteggersi e proteggere gli altri: utilizzare un fazzoletto per limitare la diffusione del virus quando si starnutisce o tossisce, arieggiare spesso gli ambienti chiusi, non mettere le mani sporche a contatto con naso, occhi e bocca. E ancora, lavare di frequente e in modo accurato le mani, restare a casa se si è malati per evitare di trasmettere ad altri il virus, ma anche evitare di essere contagiati da altri batteri che possono creare una sovrainfezione.

Infine, se si viene colpiti, ricorda il Ministero, è bene evitare di assumere antibiotici poiché hanno effetto solo sui batteri mentre l’influenza è causata da virus. Tutte queste informazioni sono riassunte anche in un video pubblicato sul canale YouTube del Ministero, per facilitare la condivisione sui social.

Per la campagna di comunicazione è stato realizzato uno spot televisivo della durata di 30”, che richiama le principali misure da adottare, allo scopo di proteggere se stessi e gli altri dalla diffusione della malattia, rimandando gli approfondimenti al sito salute.gov.it . Nello spot si sottolinea anche l’importanza di non ricorrere all’uso degli antibiotici in caso di influenza.

Lo spot video sarà veicolato sulle reti RAI negli spazi messi a disposizione gratuitamente dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri alle pubbliche amministrazioni e dall’8 novembre anche su alcune emittenti commerciali (Sky, Fox Channel, Fox Life, Sky Tg24, Sky Uno, Cielo, Tv8). Sarà diffuso, infine, sul web e sui canali social del Ministero. Contemporaneamente sulle reti radiofoniche RAI andrà anche lo spot realizzato per la campagna di prevenzione dell’influenza dello scorso anno.

 

Per approfondire: