Il programma elettorale del nuovo gruppo di vertice di Federfarma

Roma, 31 maggio – Dietro il successo della lista di Farmacia Futura, che ha portato al governo di Federfarma tutti i suoi candidati, capeggiati da Marco Cossolo e Silvia Pagliacci (nella foto) c’è un lavoro durato almeno un anno e mezzo per definire programmi e squadra, seguito in questi ultimi tre mesi da un’intensa attività di comunicazione per far conoscere sia i primi che la seconda alla categoria.

Significativo, al riguardo, il road show organizzato in diverse città italiane – da Roma a Bologna, passando per Bari e Firenze, solo per ricordane alcune – per incontrare vis-à-vis i titolari di farmacia, confrontandosi sulle criticità del settore e illustrando le iniziative sindacali da assumere per contrastarle.

Un’azione di “catechesi” condotta anche attraverso le piattaforme social che, visti gli esiti delle elezioni del 30 maggio, ha evidentemente pagato.

Proprio sui social, fin dalla “scesa in campo” ufficiale, Farmacia Futura ha reso subito pubblico il suo programma elettorale, assumendo impegni sui quali i nuovi vertici del sindacato potranno ovviamente essere misurati in futuro, valutando se e quanto sono stati rispettati. Al riguardo, il neopresidente Cossolo ha già dichiarato che un primo bilancio del cambio della guardia ai vertici del sindacato (“che dovrà necessariamente essere accompagnato da una cambio di passo” ha detto Cossolo) potrà essere tirato tra nove mesi.

Intanto, è il caso di ricordare il “decalogo” con il quale  Farmacia Futura ha sintetizzato e rappresentato la sua weltanschauung sindacale, indicando i 10 passaggi fondamentali. che bisogna percorrere per assicurare alla farmacia adeguati profili di tutela e di sviluppo. Eccoli:

  1. Riportare le farmacie ad essere protagoniste dei processi decisionali e delle iniziative più importanti del settore, anche attraverso  una riforma delle regole associative.
  2. Valorizzare e promuovere la farmacia come canale primario della dispensazione del farmaco, anche innovativo, in modo omogeneo sul territorio nazionale, a garanzia del diritto di accesso alle cure per ogni cittadino, così come sancito dalla nostra Costituzione.
  3. Promuovere il confronto e il contributo di idee, esperienze e innovazioni delle diverse articolazioni territoriali, allo scopo di riattivare la partecipazione a tutti i livelli associativi e rendere così Federfarma più moderna, dinamica ed efficiente.
  4. Garantire e mantenere nel futuro un’equa remunerazione che tenga conto non solo del “valore farmaco”, ma anche dell’atto professionale e di eventuali ulteriori servizi a beneficio del cittadino e del Sistema sanitario nazionale.
  5. Ricomporre e sviluppare il dialogo con tutte le componenti rappresentative della categoria, l’università e la distribuzione intermedia dei farmacisti, verso l’efficace collaborazione nel raggiungimento di obiettivi e valori comuni.
  6. Tutelare il valore della ruralità e delle farmacie più deboli, baluardi dell’impegno sociale e dell’unicità della farmacia italiana e presidi cruciali del Sistema sanitario nazionale.
  7. Rinnovare l’immagine e la comunicazione di Federfarma, creando nuovi e importanti strumenti per condividere con tutti gli interlocutori il valore della farmacia, il nostro impegno e le nostre ragioni.
  8. Sfruttare appieno le risorse tecnologiche e professionali interne al sindacato, per sostenere l’evoluzione della farmacia e promuovere strumenti e progetti a favore di una farmacia più forte e autonoma, nel suo progresso verso la sanità digitale e i nuovi scenari di settore.
  9. Promuovere strategie di accesso al credito per la farmacia, riconvertendo l’oggetto sociale di Credifarma

affinché torni ad essere perno delle attività economiche della farmacia, con moderni progetti di supporto finanziario e di assistenza nella gestione aziendale.

  1. Rendere Federfarma motore propulsivo dell’evoluzione dei percorsi di cura, sostenendo progetti di tutela e valorizzazione della farmacia rafforzandone il ruolo di presidio territoriale capillare dall’elevata professionalità e trasformando in opportunità le criticità e le dinamiche competitive emergenti.

L’intero programma elettorale di Farmacia Futura continua in ogni caso a essere disponibile puntando a questo link.