Genova: “Mani libere sulla vendita delle farmacie comunali”

Roma, 17 gennaio – La maggioranza di centrodestra che governa il Comune di Genova ha bocciato ieri in consiglio comunale un ordine del giorno delle opposizioni che impegnava la giunta a non vendere le otto farmacie comunali. “Non sappiamo ancora se venderle sia  un vantaggio o uno svantaggio” ha spiegato il sindaco Marco Bucci “e dunque non abbiamo ancora deciso che cosa fare, ma vogliamo lasciarci le porte aperte”.

Il sindaco ha affermato comunque con chiarezza che “oggi le farmacie non sono più una priorità per il Comune, se abbiamo la possibilità di venderle in modo da avere entrate da investire in interventi strategici vogliamo essere liberi di considerare considerare questa opportunità”.

La bocciatura dell’ordine del giorno che puntava a “blindare” la proprietà degli esercizi farmaceutici a Palazzo Tursi è stata però duramente criticata dalle liste di opposizione, Pd e Lista Crivello, e anche dalla Filcams  Cgil.