Federfarma Roma, esaurita distribuzione dei primi 20 mila vaccini

Roma, 21 ottobre – Sono già andate esaurite, distribuite con successo, le prime 20mila dosi di vaccino antinfluenzale messe a disposizione delle farmacie romane per far fronte alle esigenze della  popolazione tra i 18 e i 59 anni e sono già disponibili ulteriori 20mila dosi che, dalle aziende capofila, passeranno ai distributori e poi alle farmacie.

AVisualizza immagine di origine renderlo noto è il presidente di Federfarma Roma Andrea Cicconetti (qui a lato) che esprime soddisfazione per il buon andamento della distribuzione nelle farmacie dei vaccini antinfluenzali destinati ai cittadini che non rientrano nei programmi pubblici di copertura vaccinale.

“Le farmacie si confermano una rete di assistenza sanitaria alla popolazione assolutamente insostituibile, grazie alla loro capillarità e al lavoro di migliaia di colleghi che ogni giorno portano avanti l’attività con passione e professionalità” commenta il presidente dei titolari romani. “Ringraziamo dunque l’assessore alla sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato, per la fiducia che ha riposto in noi e siamo felici di non averlo deluso. Allo stesso modo, accogliamo più che favorevolmente la disponibilità a far fare alle farmacie anche i test sierologici a carico del Servizio sanitario regionale, così come avviene in altre Regioni” (il riferimento di Cicconetti è ovviamente alla positiva esperienza condotta in Emilia Romagna, NdR).

Il presidente di Federfarma Roma, però, apre uno scenario ancora più ambizioso: “Per fare al meglio il nostro lavoro e per garantire alla popolazione un servizio ancora migliore dobbiamo entrare a far parte della rete di sorveglianza sanitaria” afferma infatti Cicconetti. “Solo così potremo certificare l’esito del test e aprire, nel caso di una persona positiva, tutto l’iter che segue il soggetto fino al tampone. Entrare nella rete di sorveglianza sanitaria” conclude