Federfarma, convocata l’Assemblea, elezioni in remoto l’11 giugno

Roma, 3 giugno – Federfarma ha diramato il 29 maggio scorso a Unioni regionali e Associazioni provinciali la circolare con la convocazione ufficiale dell’Assemblea nazionale del sindacato che giovedì 11 giugno 2020 alle ore 10,00 dovrà eleggere, in modalità di videoconferenza, il presidente del sindacato nazionale, quello del Sunifar e i nove componenti (sei per Federfarma e tre per Sunifar) del Consiglio di presidenza per il triennio 2020-22.

In allegato alla circolare, viene trasmesso anche il Regolamento per riunione congiunta in modalità di videoconferenza dell’Assemblea nazionale Federfarma e dell’Assemblea del Sunifar per le elezioni in via elettronica del Presidente Federfarma, del Presidente Sunifar e dei componenti del Consiglio di Presidenza”, con le indicazioni relative alla preparazione della riunione congiunta, con particolare riferimento all’individuazione dei rappresentanti per ciascuna organizzazione territoriale,  e l’illustrazione delle modalità di svolgimento della riunione in videoconferenza e delle votazioni in via elettronica, che rappresentano una assoluta novità e  – data la rilevanza dell’appuntamento elettorale –  avrebbero meritato a giudizio di molti più tempo e un’istruttoria ben più adeguata. Non erano mancate, al riguardo, le richieste di spostare la scadenza elettiva al prossimo mese di settembre, proprio per consentire a tutte le articolazioni territoriali di portare a termine i rinnovi dei propri direttivi e di presentarsi al voto per l’elezione dei vertici nazionali opportunamente preparate. Ma, come è evidente, non si è ritenuto di  prenderle in considerazione.

L’11 giugno si vota, dunque, in una situazione davvero particolare, senza che una scadenza vitale come l’elezione dei vertici -anche per effetto del “tempo sospeso” provocato dall’emergenza Covid – sia stata preparata da quel passaggio vitale per la vita di ogni soggetto di rappresentanza collettiva  che è il libero e democratico confronto di idee e programmi. Per il poco che se ne sa, il consiglio di presidenza uscente  (con alcune variazioni nella sua composizione, più necessitate e imposte dalla circostanze che non davvero volute, secondo i rumors)  chiederà il rinnovo del mandato a guidare il sindacato, in assenza – per quanto è dato sapere al momento – di candidature alternative. Al riguardo, va ricordato che a termini di statuto la presentazione delle candidature alla carica di presidente di Federfarma e alla carica di componente del consiglio di presidenza devono essere inviate entro e non oltre il quinto giorno precedente la votazione, quindi entro e non oltre le ore 24 di sabato 6 giugno 2020.

La circolare di Federfarma, confermando le condizioni eccezionali di questa tornata elettorale, ha cura di raccomandare come indispensabile “l’attenta lettura di tutto il Regolamento, nonché della presente lettera di convocazione, da parte delle Organizzazioni territoriali e dei propri rappresentanti che parteciperanno – da remoto e in modalità di videoconferenza – alla riunione e alle relative votazioni”, le cui modalità  sono poi oggetto di un lunga illustrazione.
La riunione congiunta in modalità di videoconferenza delle Assemblee nazionali Federfarma e Sunifar si svolgerà tramite la piattaforma www.socialfarma.it (alla quale dovranno dunque registrarsi i rappresentanti  delle Associazioni provinciali e delle Unioni regionali delegati al voto). Le operazioni di voto vere e proprie si svolgeranno in remoto tramite la piattaforma Eligo, secondo indicazioni opportunamente fornite nella stessa circolare. A garanzia del buon funzionamento della consultazione elettorale e per garantire a tutti gli elettori la conoscenza sulle modalità di utilizzo della piattaforma di voto elettronico, martedì 9 giugno 2020 alle ore 10,30 “sarà organizzata sulla medesima piattaforma una votazione simulata, a
mero scopo dimostrativo, alla quale potranno partecipare esclusivamente i componenti dell’Assemblea nazionale indicati dalle Organizzazioni territoriali”  che due giorni dopo parteciperanno al voto.  Nella votazione simulata, ha cura di precisare federfarma, effettuata al solo scopo di testare la piattaforma e le procedure di voto, “verranno utilizzati nominativi di fantasia per i candidati”.

Inanto, vanno segnalati i rinnovi delle cariche in alcuni sindacati territoriali. In Umbria Augusto Luciani è stato confermato alla presidenza del sindacato reginale anche per il triennio 2020-2022. Sarà affiancato dal vicepresidente Maurizio Bettelli, dal segretario Gianluca Ceccarelli e dal tesoriere Stefano Monicchi, nel direttivo siederà anche la presidente di Federfarma Perugia Silvia Pagliacci.

A Vicenza le elezioni della scorsa settimana hanno portato alla presidenza della Federfarma locale  Giovanni Battista Scaroni, che sarà affiancato dal  vice presidente (e presidente dei rurali) Davide Chiarello. Segretario e tesoriere saranno, rispettivamente, Daniela  Giovanetti e Mario Cavazza Ceccato.

Federfarma Matera avrà invece come presidente nel prossimo triennio Antonio Grassano, con Antonio Guerricchio vice presidente, Leonardo Mastrorocco  segretario e Giuseppe Di Marzio tesoriere