Farmacie sociali, parte domani a Monza l’assemblea europea

 

Roma, 20 settembre – Si aprirà domani a Monza, per concludersi il 23 settembre, l’Assemblea annuale della Uefs, l’Unione europea delle Farmacie sociali, attualmente presieduta da Venanzio Gizzi, presidente di Assofarm.

Momento clou dell’evento sarà la giornata di studio che si terrà venerdì 22, dedicata a un tema attualissimo, Il ruolo del farmacista nella cura personalizzata dei pazienti: sfide, responsabilità e opportunità.

Ne discuteranno, tra gli altri, il direttore generale dell’Asl Area vasta Sud-Est Toscana Enrico Desideri, che parlerà della presa in carico del paziente cronico,  ineludibile sfida della sanità territoriale che inevitabilmente coinvolge in via diretta anche la figura del farmacista di comunità. Una sperimentazione, al riguardo, è stata avviata proprio nella Asl di Desideri, finalizzata a valorizzare il ruolo professionale e consulenziale del farmacista: ai pazienti affetti da malattie croniche viene infatti assicurato il diritto di scegliere liberamente il professionista che diventerà il farmacista di riferimento (o “di famiglia”, come preferisce definirlo Assofarm) e che come tale prenderà in carico la loro terapia farmacologica, lavorando in stretta in partnership con il medico curante anche per gestire il loro dossier medico globale.

L’argomento, assolutamente centrale, verrà analizzato anche dal punto di vista dei medici (che sarà illustrato dal belga Thomas Orban, presidente della Ssmg, la Societè scientifique de Medecine generale), da quello del posizionamento del paziente (relatore l’olandese Paulien Schul, di Phoenix Group Europe), dei  farmacisti (con il punto di vista della finlandese Eeva Teräsalmi, vice presidente della Federazione farmaceutica internazionale) e dell’industria farmaceutica, rappresentata da Florence Baron-Papillon, responsabile  Public affairs Europe di Sanofi Pasteur.

I lavori (che prevedono anche gli iniziali interventi del presidente Fofi Andrea Mandelli e del presidente dell’Associazione nazionale strutture Terza età Alberto De Santis, oltre a una panoramica sui dati salienti del settore farmaceutico a cura di Giorgio Cenciarelli di QuintilesIms) saranno conclusi da un dibattito e dalla sintesi finale affidata al presidente Gizzi,  che avrà anche il compito di indicare le prospettive delle farmacie di comunità negli scenari futuri della sanità.