Farmacie lombarde, partita la campagna antifumo ‘Accendi la salute’

Roma, 2 gennaio – “Spegni la sigaretta e accendi la salute”: questo la slogan della campagna antifumo promossa dale farmacie private di comunità della Lombardia con il patrocinio della Regione.

La campagna, con la quale il sindacato dei titolari lombardi presieduto da Annarosa Racca (nella foto)  entra nel nuovo anno confermando il suo impegno nel campo delle iniziative finalizzate alla promozione della salute, sarà condotta in prevalenza nelle farmacie aperte al pubblico e attraverso i canali social. Nel primo caso, sarà una locandina affissa in vetrina o all’interno dell’esercizio, magari nei pressi del banco, a informare e sensibilizzare i clienti-pazienti sui danni alla salute indotti dal tabagismo. Il manifesto arriverà ai titolari lombardi con il prossimo numero dell’house horgan cartaceo di Federfarma Farma7.

Sulle piattaforme social, invece, la campagna è di fatto già partita nel periodo natalizio, trasformandosi in un’occasione per veicolare insieme agli auguri per le festività un’informazione utile e importante. Molti titolari  hanno infatti già scaricato le immagini della campagna realizzate dal sindacato regionale (una versione per Facebook e una per Instagram),  pubblicandole sui profili social della farmacia. Altre foto (questo uno dei suggerimenti di Federfarma Lombardia) potranno essere aggiunte quando, una volta esposta la locandina in farmacia, i titolari potranno fare dei selfie accanto al manifesto, anche con i colleghi dello staff, magari accompagnandoli con testi adeguati: in questo esordio d’anno – periodo di buoni auspici, impegni e proponimenti – si presta perfettamente qualcosa come: “Anno nuovo, è tempo di buoni propositi. E allora… Spegni la sigaretta e accendi la salute! Anche la nostra farmacia aderisce alla campagna di sensibilizzazione contro il tabagismo promossa da Federfarma Lombardia con il patrocinio di Regione Lombardia”.

Il sindacato regionale consiglia anche di riportare sempre sulle proprie piattaforme sociale gli indirizzi dei due profili Facebook e Instagram della campagna (ossia, rispettivamente, @accendilasalute e accendi_la_salute) e raccogliere in una gallery Facebook le foto postate.