Farmaci veterinari, il ministero richiama regole su vendita on line

Roma, 9 aprile – Sulle veloci e pervasive vie della rete hanno cominciato a circolare anche i farmaci medicinali, inclusi quelli vendibili solo dietro presentazione di ricetta del medico veterinario. Una evidente (e pericolosa) trasgressione alle norme di legge, che limitano la “circolazione”  di questi medicinali  a farmacie, parafarmacie e grossisti autorizzati.

Per questo, a seguito di alcune segnalazioni ricevute, il  ministero della Salute ha emanato una circolare, lo scorso 26 marzo, per ricordare le norme che regolano la vendita di farmaci (veterinari inclusi) su internet .

A darne notizia è la Federfarma, con una nota sul suo notiziario Filodiretto ripresa anche da alcune agenzie.  Il dicastero precisa che la vendita online di medicinali veterinari in altri esercizi commerciali, purché rientranti nella relativa tabella merceologica e sempre a condizione che non sia previsto l’obbligo di prescrizione medico-veterinaria, “è consentita limitatamente a quelli ad azione antiparassitaria e disinfestante per uso esterno e a quelli destinati a pesci d’acquario, uccelli da gabbia e da voliera, piccioni viaggiatori, animali da terrario, furetti, conigli da compagnia e piccoli roditori”. Per il resto, vale quanto disposto dall’art. 70 del decreto legislativo n. 193/2006, che prevede appunto che la vendita al dettaglio dei farmaci veterinari è riservata soltanto dal farmacista in farmacia, nonché nelle parafarmacie e da parte dei grossisti autorizzati.

La circolare del ministero ha cura di precisare che, in ogni caso, “qualsiasi attività di vendita online è espressamente esclusa per i medicinali veterinari autorizzati con obbligo di prescrizione medico-veterinaria, nonché per i medicinali veterinari autorizzati senza tale obbligo, i quali devono essere dispensati, secondo la normativa vigente, solamente in presenza del farmacista”.

Da ultimo, il ministero rimarca che “nessun sito Internet può riportare elenchi, rappresentazioni grafiche, fotografie del confezionamento dei medicinali veterinari autorizzati con ricetta medico veterinaria o può fornire alcuna indicazione di modalità di acquisto e dei relativi prezzi di vendita”.