Dossier Mnlf all’Agcm evidenziata la necessità di nuove liberalizzazioni

Roma, 20 dicembre – L’Autorità garante della concorrenza e del mercato ha ricevuto ieri in audizione una delegazione del Mnlf, nel corso della quale i rappresentanti della sigla dei liberi farmacisti hanno illustrato un ampio documento, poi consegnato all’Antitrust, in cui viene fornitauna nuova lettura della situazione della distribuzione al dettaglio dei farmaci.
A darne notizia è lo stesso Mnlf, precisando che il dossier consegnato all’Agcm, partendo dalla legge sulla concorrenza e da un’analisi di quelli che saranno i prossimi scenari, evidenzia alcuni aspetti relativi alla competitività del settore.
Il lavoro, secondo quanto riferisce una nota alla stampa di Mnlf,  è elaborato partendo dagli interessi dei consumatori e dai recenti dati sulla povertà in Italia (con particolare riferimento alla cosiddetta “povertà sanitaria”, che limita e in un numero sempre maggiori di casi impedisce l’accesso alle cure) e mette in evidenza “come le liberalizzazioni siano uno degli strumenti per rispondere anche a queste emergenze”.
Il documento che, per rispetto istituzionale il Mnlf ha deciso di mantenere riservato, mette in luce tutte le contraddizioni del sistema e rilancia visioni nuove per una nuova “primavera” delle liberalizzazioni.
“Abbiamo riscontrato molta attenzione alle nostre proposte” riferisce il vicepresidente Fabio Romiti, che ha guidato la delegazione Mnlf nell’incontro con i dirigenti dell’Autorità, “insieme a una grande disponibilità ad ascoltare per comprendere, un fatto questo non sempre scontato”.