Covid, piano vaccini: 202 milioni di dosi dal primo trimestre 2021

Roberto Speranza, in visita alla camera ardente del Senatore a Vita Emilio Colombo allestita nella sua abitazione. Roma 25 giugno 2013 ANSA/ANGELO CARCONI

Roma, 2 dicembre – Secondo voci provenienti da fonti della maggioranza raccolte e diffuse dall’agenzia Ansa, saranno 202 milioni le di dosi di vaccino anti-Covid disponibili in Italia dal primo trimestre 2021.  Ogni dose, in base alle conoscenze attuali, “ha bisogno di richiamo e non sappiamo di quanto ci sia immunità”.

Questo, secondo quanto riferisce l’agenzia,  uno dei passaggi che sarebbe contenuto nell’appunto sul Piano vaccini che il ministro della Salute, Roberto Speranza (nella foto) ha illustrato ieri ai capigruppo della maggioranza nella riunione a Palazzo Chigi, alla presenza anche del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, e che sarà presentato oggi  in Parlamento: l’obiettivo è raggiungere l’immunità di gregge vaccinando 40 milioni di persone, ma il vaccino anti Covid non sarà reso obbligatorio. Si punterà su campagne di informazione, fermo restando che le prime a essere vaccinati saranno le categorie a rischio, tra cui gli operatori medico sanitari e gli over-80.