Covid, da inizio emergenza a oggi varati 356 provvedimenti

Roma, 30 settembre – Gli italiani hanno sicuramente perso il conto dell’infinità di provvedimenti e atti che sono stati assunti da governo, parlamento, singoli ministeri, protezione civile e altri enti (Iss, Centro nazionale trapianti, commissario straordinario) per fronteggiare l’emergenza Covid. A misurare la massa di misure, di diverso rango e livello, varate da febbraio a oggi ha però pensato Openpolis, la fondazione indipendente che monitora l’attività delle istituzioni e promuove progetti per l’accesso alle informazioni pubbliche, la trasparenza e la partecipazione democratica con un’intensa attività di data journalism. Dalla sua rilevazione emerge che da quando è stato dichiarato lo stato d’emergenza a oggi sono stati adottati 356 provvedimenti, solo a livello nazionale.

La gestione della crisi sta coinvolgendo numerosi attori, su tutti il ministero della Salute (102 atti), la Protezione civile (71), la Presidenza del Consiglio dei ministri (29) e il ministero dell’Interno (28), come si evince dal grafico pubblicato qui di seguito.

“La campagna elettorale delle ultime settimane ha fatto passare in secondo piano il fatto che ci troviamo ancora in uno stato di emergenza” scrive Openpolis. “La produzione di atti legati al Covid-19, però, non si è mai fermata. L’8 settembre, ad esempio, il governo ha varato un decreto legge per l’attribuzione di risorse aggiuntive al sistema scolastico in vista della ripresa delle lezioni. A questo sono seguite diverse ordinanze e circolari contenenti linee guida rivolte al personale delle scuole e a quello sanitario”.

Ma la ripresa dei contagi (per quanto al momento ancora sotto controllo) lascia ampiamente prevedere che il numero delle misure “emergenziali” (l’elenco completo degli atti è pubblicato sul sito di Openpolis) è destinato ancora a crescere.

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Facebook
LinkedIn