Covid-19, decimo lutto per la categoria: muore in Liguria Camillo Alinovi

Roma, 20 aprile – Sale purtroppo a dieci la triste conta dei morti per Covid-19 all’interno della professione farmaceutica. L’ultimo decesso, di cui dà notizia Filodiretto, il quotidiano on line di Federfarma, è  Camillo Alinovi, di Varese Ligure, in provincia di La Spezia, ex titolare di farmacia da due anni. Aveva 75 anni e, contagiato dal coronavirus, era ricoverato in terapia intensiva a Sestri Levante.

In un lancio di venerdì scorso, nel quale viene riportata anche la notizia della scomparsa di Alinovi, l’Ansa  scrive che sono “circa 800 (…) i farmacisti finora infettati da coronavirus”, numero esattamente doppio (del quale l’agenzia non riferisce la fonte) a quello riportato dal Corriere della Sera lo scorso 14 aprile nella bella pagina-tributo  dedicata al “sacrificio dei farmacisti sempre in prima linea”.

Quale che sia la cifra, tra le due, che più si avvicina al vero, si tratta in ogni caso di numeri che certificano l’altissimo tributo che la categoria ha pagato e sta pagando – assicurando il proprio servizio in prima linea, alla grave emergenza sanitaria che ha colpito il Paese.