Coronavirus, da Fip
linee guida per l’impegno dei farmacisti

Roma, 11 febbraio – Anche la Fip, la Federazione internazionale dei farmacisti, ha risposto all’appello alla mobilitazione degli operatori sanitari lanciato dall’Oms di fronte all’epidemia da 2019-nCoV, il nuovo coronavirus emerso in Cina, considerato un’emergenza di sanità pubblica di interesse internazionale.

Una task force di emergenza prontamente istituita dalla Fip ha prontamente elaborato un documento, pubblicato il 6 febbraio, contenente le linee guida sul ruolo che i farmacisti di comunità e ospedalieri possono svolgere nel prevenire la diffusione del nuovo coronavirus 2019-nCoV e nel supportare la gestione efficiente dell’infezione da parte dei sistemi sanitari.
“Poiché le farmacie sono spesso il primo punto di contatto con il sistema sanitario e dato che i casi sono già stati osservati in numerosi paesi, è importante che l’intera forza lavoro della farmacia sia ben informata e preparata” ha affermato la presidente della task force Jane Dawson, che è anche segretario della Sezione Farmacia militare e di emergenza della Fip e direttore della Politica sanitaria della Forza di difesa della Nuova Zelanda. Il documento fornisce informazioni affidabili su 2019-nCoV e copre misure preventive (da come indossare una maschera per una disinfezione efficace), quali attrezzature conservare, consigli che i farmacisti possono dare e test di laboratorio.

La task force comprendeva anche un virologo e farmacisti dalla Cina. L’organizzazione membro della Fip, la Chinese Pharmaceutical Association (Cpa), si era infatti già occupato del nuovo virus, preparando una guida che includeva raccomandazioni per il trattamento dell’infezione 2019-nCoV, guida che la Fip ha ritenuto  utile affiancare al suo documento “Coronavirus 2019-nCoV epidemia: informazioni e linee guida intermedie per farmacisti e personale di farmacia”,  scaricabile nelle sei lingue ufficiali dell’Onu.

“Sebbene la guida Cpa sia allineata con le caratteristiche particolari del sistema di farmacia in Cina” spiega Dawson “contiene preziose competenze che possono essere utilizzate dai farmacisti di tutto il mondo e integra la guida Fip per un pubblico internazionale. Cpa ha gentilmente accettato di condividere questo documento in inglese e cinese attraverso il sito web Fip”. Dove, a questo link, sono raggiunbili le risorse informative che la federazione mette a disposizione dei farmacisti.

“Come dimostrato dai precedenti focolai di Sars e Mers, le infezioni da coronavirus possono essere contenute attraverso l’impegno attivo di decisori, operatori sanitari e comunità” ha concluso Dawson. “Questa guida è una risorsa preziosa per garantire la preparazione della nostra forza lavoro nella lotta contro questo nuovo coronavirus e forse quelli futuri. Sottolinea inoltre l’enorme vantaggio della collaborazione internazionale tramite Fip “.