La nostra storia

Ordine dei Farmacisti di Roma: una storia lunga oltre un secolo

Era il 12 Novembre del 1912 quando il Consiglio Amministrativo dell’Ordine dei Farmacisti di Roma iscrisse il primo farmacista. Questa data rappresenta solo l’inizio di un percorso che avrebbe segnato le vicende di una professione che passò, anni dopo, attraverso l’istituzione delle corporazioni, associazioni formalizzate dal regime fascista e mantenute fino al secondo dopoguerra.
Seguì, quindi, un periodo di carenza normativa, in cui era prevista unicamente una sorta di reggenza degli Ordini professionali, attraverso l’ordinamento di un Consiglio Direttivo e delle relative cariche politiche.
Si dovrà aspettare, infatti, il 1950 (attraverso la promulgazione della Legge n°221) per assistere a un nuovo cambiamento- attraversato da profonde crisi economiche, politiche e sociali, ma anche dall’avvicendarsi di una nuova modernità- che culminerà nella ricostituzione degli Ordini professionali, così come ancora oggi li intendiamo.
Vorremmo raccontare la nostra storia, la vostra storia, quella storia che, in un modo o nell’altro ha cambiato un pezzo di Italia. Lo faremo attraverso un omaggio ideale, un “Albo dei ricordi” dedicato a tutti coloro che hanno scritto le pagine dell’Ordine dei Farmacisti di Roma, primi tra tutti i presidenti che si sono succeduti.
Conosciamo meglio i loro nomi e gli anni dei loro mandati:

Arturo Fettarappa – dal 1945 al 1950

Ugo Fabiani – dal 1950 al 1952

Leone Nelken – dal 1952 al 1954

Orlando Battisti – dal 1954 al 1960

Walter Di Fulvio – dal 1960 al 1961

Gino Rauzi – dal 1962 al 1972

Giacomo Leopardi – dal 1972 al 2002

Claudio Passalacqua – dal 2002 al 2005

Emilio Croce – dal 2005