Consiglio Direttivo

È l’organo di governo e di amministrazione dell’Ordine. Viene eletto ogni tre anni mediante consultazione elettorale alla quale hanno diritto di partecipazione e di voto tutti gli iscritti all’Albo. Il Consiglio direttivo, entro 30 giorni dall’avvenuta elezione, è chiamato ad eleggere al suo interno il presidente, il vicepresidente, il segretario e il tesoriere. All’Ordine di Roma, in ragione dell’alto numero dei suoi iscritti (circa 6000), il Consiglio direttivo consta di 15 membri, il numero massimo previsto dalla legge. Il Consiglio esercita collegialmente le funzioni decisionali di indirizzo e di verifica dell’attività di gestione e di amministrazione dell’ente, con particolare riferimento ai compiti istituzionali cui si è fatto prima cenno. Le sedute del Consiglio sono convocate e presiedute dal Presidente.
Al Consiglio direttivo si affianca il Collegio dei revisori, che esercita una funzione di controllo, prescritta dalla legge, sulla contabilità dell’Ordine, esprime un parere sul bilancio di previsione e su quello consuntivo e procede ad accertare, con cadenza almeno trimestrale, l’attività contabile.

Per il triennio 2014-2017, Il Consiglio Direttivo è presieduto da Emilio Croce

Vicepresidente: Giuseppe Guaglianone
Segretario: Nunzio Giuseppe Nicotra
Tesoriere: Leopoldo Mannucci

Consiglieri: Maurizio Bisozzi, Gaetano De Ritis, Fernanda Ferrazin, Rossella Fioravanti, Giuseppina Marrapodi, Pietro Motta, Gelsomina Perri, Ennio Ponzi, Emanuela Silvi, Maria Cristina Vergati

Revisori dei conti effettivi: Valeria Annecchiarico, Arturo Cavaliere, Sandro Giuliani
Revisore dei conti supplente: Antonella Soave