Pubblicata la determina Aifa che blocca l’export di tre farmaci

Roma, 17 ottobre – A due settimane dalla firma del direttore generale del 2 ottobre scorso, la determina n. 1445/2019 dell’Agenzia nazionale del farmaco con l’elenco dei farmaci carenti sottoposti al blocco delle esportazioni è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n.242 del 15 ottobre scorso.

La determina, come si ricorderà, si era resa necessaria per inserire la famotidina (al fine di prevenire situazioni di carenza a seguito del ritiro dalle farmacie e dalla catena distributiva dei medicinali contenenti il principio attivo ranitidina, in previsione dell’aumento della richiesta dei farmaci appartenenti alla stessa classe terapeutica, quali appunto quelli a base di famotidina) ai farmaci già sottoposti al blocco temporaneo delle esportazioni (Sinemet e Questran), “al fine di tutelare la salute pubblica e garantire un assortimento di medicinali sufficiente a rispondere alle esigenze di cura sul territorio nazionale”.

I medicinali che non possono essere sottratti alla distribuzione e alla vendita per il territorio nazionale al fine di prevenire o limitare stati di carenza o indisponibilità sono dunque tre, per un totale di sei confezioni, elencate in dettaglio qui di seguito:

Sinemet 250mg+25 mg compresse/ 50 compresse divisibili, n. Aic o23145016

Sinemet 100mg+25 mg compresse/ 50 compresse divisibili, n. Aic 02314s028

Sinemet 200mg+50 mg compresse a rilasciomodificato, 30 compresse, n. Aic 02314s030

Sinemet 100mg+25 mg compresse a rilasciomod ificato, 50 compresse, n. Aic 023145042

Questran  4g polvere per sospensione orale, 12 bustine, n. Aic 023014018

Famotidina EG 40mg compresse rivestite con film, 10 compresse in blister, n. Aic o34433096