Branca: ‘Situazione nera per le parafarmacie, Lorenzin ci riceva subito’

Roma, 4 luglio – I farmacisti delle parafarmacie tornano a bussare alle porte della politica, e in particolare a quella della ministra della Salute Beatrice Lorenzin, affinchè si trovino – e rapidamente – soluzioni legislative adeguate alla loro situazione.

“Durante la discussione alla Camera sul ddl Concorrenza abbiamo sentito parole incoraggianti, da cui appare evidente l’attenzione posta dalla politica alla nostra categoria” scrive in una nota il vicepresidente della Federazione nazionale parafarmacie italiane (Fnpi) Matteo Branca (nella foto), sottolineando in particolare le parole della deputata del Pd Donata Lenzi. “Ci rincuorano e ci fanno ben sperare sulla mano forte e coerente che ci è stata tesa dalla politica e dal governo” scrive Branca “e su una soluzione all’emergenza sindacale in cui stanno affogando i farmacisti delle parafarmacie italiane!.

“La nostra situazione è indubbiamente nera, né bianca né grigia. Nessuna intemperanza personale né politica può valere il destino di centinaia di famiglie, a meno di assumersene la responsabilità. Ma di parole incoraggianti non si campa. Bisogna fare presto” insiste il vicepresidente Fnpi.

“Le battaglie sospese ma mai sopite su fascia C e farmacia non convenzionata aspettano solo l’ennesima delusione per divampare nuovamente” continua Branca, auspicando di poterne parlare a breve anche con la ministra della Salute Lorenzin “per trovare una convergenza in merito”.

“Abbiamo in Italia forze e competenze che potrebbero essere volano dell’economia in ogni settore, invece siamo relegati troppo spesso a barchette in balia di vento e correnti” conclude Branca. “Anche la rappresentanza sindacale è spesso ostaggio di venti e correnti. Sapremo mantenere la barra del timone dritta verso l’obiettivo, se la politica farà altrettanto”.