Bollini falsi, Nas di Napoli sequestrano 5000 confezioni di farmaci

 

Roma, 23 febbraio – I Carabinieri del NAS di Napoli, nel corso di attività ispettiva presso un deposito all’ingrosso di farmaci della provincia, hanno rivenuto e sequestrato circa 5 mila confezioni della specialità medicinale denominata “Muscoril” in diversi lotti, per un valore di oltre 60 mila euro, in quanto i bollini farmaceutici apposti risultavano palesemente contraffatti.

Ne dà notizia una nota degli stessi Nas pubblicata sul sito del ministero della Salute, informando che – considerato il grave pericolo per la salute pubblica derivante dall’immissione in commercio di un farmaco potenzialmente nocivo per chi lo assume –  la Procura della Repubblica di Nola ha disposto il sequestro preventivo su tutto il territorio nazionale di determinati lotti della specialità medicinale “Muscoril 4 mg/2 ml soluzione iniettabile – 6 fiale da 2 ml” con scadenza 02/2020 e 04/2020.

I Carabinieri, informa il ministero, sono impegnati attivamente nelle indagini volte a identificare gli autori del reato.

Un’altra segnalazione riguarda l’attività dei NAS di Campobasso, che nel corso di controlli eseguiti presso una farmacia della provincia di Isernia hanno rinvenuto decine di confezioni di medicinali scaduti di validità e rilevato carenze igienico-strutturali nei locali adibiti a deposito e vendita.

Al termine dell’ispezione il titolare della farmacia è stato denunciato all’autorità giudiziaria per commercio di medicinali guasti e segnalato all’autorità sanitaria per le carenze riscontrate.