Biosimilari, dalla Ue un documento per conoscerli meglio

Roma, 19 dicembre –  Tutto quello che avreste voluto sapere sui biosimilari e non avete mai osato chiedere. Parafrasando un Woody Allen d’annata, potrebbe essere questo il titolo dell’iniziativa What I need to know about Biosimilar Medicines – Information for patients, che la Commissione europea ha lanciato lo scorso 29 novembre in 23 lingue per fornire ai cittadini dei Paesi dell’Unione informazioni facili da capire sui farmaci biosimilari.

Il documento, già reso disponibile in lingua inglese a gennaio 2017, potrà ora essere diffuso più largamente al pubblico.

La pubblicazione risponde alle domande di base e più frequenti relative a una classe di farmaci ancora poco conosciuta dal grande pubblico: cosa e quali sono i farmaci biosimilari? Come vengono prodotti? Come vengono approvati? Sono sicuri? L’intento dichiarato è quello di aumentare la consapevolezza dei cittadini su questa opzione di trattamento, che  offre la possibilità di migliorare l’accesso dei pazienti ai farmaci biologici e contribuire alla sostenibilità del sistema sanitario. I farmaci biosimilari – che nella Ue sono utilizzati in sicurezza dal 2006 come alternativa ai farmaci di riferimento –  aiutano a trattare molte malattie complesse, tra cui il cancro, il diabete e le malattie autoimmuni (come l’artrite reumatoide e le malattie infiammatorie intestinali). Le informazioni sui medicinali biosimilari sono state elaborate da e per i pazienti insieme ai rappresentanti dell’Ema, l’Agenzia europea per i medicinali, della Commissione europea e delle parti interessate, ovvero l’Epf (Forum europeo dei pazienti),l’Efcca (Federazione europea delle associazioni di morbo di Chron e colite ulcerosa), il Comitato permanente di Medici europei, l’Efpia  (Federazione europea delle industrie e delle associazioni farmaceutiche), EuropaBio (Associazione europea per le bioindustrie e Medicinali per l’Europa. Proprio dagli stakeholders arriva l’apprezzamento per l’iniziativa (assunta in seno alla DG Grow,  la Direzione generale della Commissione europea per il Mercato interno, l’industria, l’imprenditoria e le Pmi, nata dalla fusione della DG Industry, Entrepreneurship and SMEs e della DG Internal Market), che fa parte di un programma più vasto finalizzato a sviluppare la conoscenza sui biosimilari. Quest’ultima pubblicazione va infatti ad affiancare altri documenti, come Biosimilari nell’UE – Guida informativa per gli operatori sanitari e Cosa devi sapere sui medicinali biosimilari – Un documento informativo sul consenso, già realizzati e diffusi in passato, che hanno contribuito in modo significativo alla maggiore comprensione e accettazione di questa particolare categoria di farmaci.