Bankitalia, via libera
a Ifis per l’acquisizione
di Credifarma

Roma, 24 maggio – A quattro mesi dalla sottoscrizione degli accordi con Federfarma, socio di maggioranza, e i partner bancari di minoranza UniCredit e Bnl,  Banca IFIS ha ricevuto l’autorizzazione da parte di Banca d’Italia per l’acquisizione di Credifarma, la società che svolge attività di sostegno finanziario alle farmacie.

Secondo quanto riferisce un lancio di Teleborsa,it, il perfezionamento dell’operazione, che porterà Credifarma nel perimetro del Gruppo Banca IFIS, è previsto nel corso dell’estate.
Sono previste le seguenti fasi da eseguire in via contestuale: acquisizione della totalità delle quote detenute da UniCredit e da Bnl – Gruppo Bnp Paribas, pari nel complesso al 32,5% del capitale sociale di Credifarma; acquisizione di una parte dell’attuale quota detenuta da Federfarma per il 21,5% del capitale; aumento di capitale riservato a Banca IFIS finalizzato a dotare Credifarma di una solida base patrimoniale ai fini regolamentari e per futuri piani di sviluppo.
Al termine dell’operazione (che prevede anche la salvaguardia degli organici della società, che attualmente impiega circa 40 dipendenti) Credifarma sarà partecipata da Banca IFIS per il 70% e da Federfarma per il 30%.