Assofarm a Speranza: “Ora remunerazione, convenzione e vaccini”

Roberto Speranza, in visita alla camera ardente del Senatore a Vita Emilio Colombo allestita nella sua abitazione. Roma 25 giugno 2013 ANSA/ANGELO CARCONI

Roma, 15 febbraio – “Esprimiamo sincera soddisfazione per la riconferma alla guida del ministero della Salute”, interpretata come un riconoscimento all’impegno “responsabile ed efficace dimostrato nel corso della pandemia”.

Questo il messaggio il presidente e il segretario di Assofarm, Venanzio Gizzi e Francesco Schito, hanno immediatamente indirizzato al titolare della Salute a Roberto Speranza (nella foto) subito dopo la sua nomina, rinnovandogli la disponibilità alla collaborazione per “consolidare il ruolo sanitario che le farmacie devono avere per la loro specifica missione”.

Nella breve nota di congratulazioni, i vertici di Assofarm si dicono anche  certi che temi quali “una diversa remunerazione del farmacista, il definitivo affermarsi della farmacie dei servizi, una convenzione con il Servizio sanitario nazionale al passo con i tempi e, non per ultimo, la possibilità di coinvolgere attivamente il farmacista nella prossima campagna di vaccinazione, saranno sicuramente tenuti in forte considerazione”  dal titolare del ministero “nell’ambito della sua azione ministeriale”.