Andrea Mandelli eletto alla vicepresidenza della Camera dei Deputati

Roma, 10 marzo- Andrea Mandelli (nella foto),  deputato di Forza Italia, responsabile nazionale Sanità del partito nonché presidente della Federazione degli Ordini dei farmacisti italiani, è stato eletto alla vicepresidenza della Camera, con 248 voti sui 471  Succede a Mara Carfagna, dimessasi dall’incarico a seguito della sua nomina a ministra per il Sud nel governo guidato da Mario Draghi.

Mandelli è stato designato come candidato ufficiale alla prestigiosa e impegnativa carica dal suo stesso partito: a sciogliere ogni riserva, dopo che nei giorni scorsi erano dati in lizza per la vicepresidenza  Annagrazia Calabria e Simone Baldelli, è stato un messaggio inviato oggi ai cellulari di tutti i deputati forzisti, con l’indicazione esplicita a votare Mandelli. Un’indicazione che, visto l’esito del voto, è stata accolta e seguita.

Con la nomina di oggi,  Mandelli sale dunque un altro importante gradino nel suo percorso politico, diventando uno dei quattro vicepresidenti dell’Assemblea di Montecitorio, che siedono di diritto nell’Ufficio di Presidenza della Camera, insieme ai tre deputati questori e ai deputati segretari (almeno otto) che, in particolare, collaborano con il Presidente per assicurare la regolarità delle votazioni in Assemblea. L’Ufficio di Presidenza è l’organo che si occupa di legiferare sull’organizzazione stessa della Camera, di controllare la formazione dei gruppi parlamentari e delle Commissioni. Si occupa inoltre della gestione e della ripartizione dei rimborsi per le spese elettorali ai partiti, della deliberazione del bilancio annuale delle spese della Camera  (che viene poi sottoposto all’approvazione dell’Assemblea) e delle sanzioni per i deputati che disturbano le sedute. oltre che della condizione dei deputati (indennità, competenze, eccetera) e dell’organizzazione dell’amministrazione della Camera (stato giuridico ed economico del personale, amministrazione e contabilità, nomina del Segretario generale e attribuzione degli incarichi dirigenziali).

Al neo vicepresidente Mandelli, le congratulazioni più vive del Consiglio direttivo dell’Ordine di Roma, insieme ai più sentiti e sinceri auguri di buon lavoro nel suo nuovo alto ufficio.